Sport e Social Media: ed è gol in rete!

I social media si  confermano il luogo d’incontro dove si ritrovano i fan dello sport.  Il vecchio bar dello sport ha ceduto il posto a nuove abitudini tutte digital. Su YouTube si guardano i video, con Twitter ci si aggiorna sulle news dell’ultima ora e per chiacchierare con gli altri fan, naturalmente, Facebook.

sport e social mediaLa ricerca “Fan Engagement Study” condotta per il 4° anno da Catalyst, società di consulenza americana,  con l’obiettivo di rilevare la connessione tra sport e nuovi media digitali, nonché le tendenze ed opportunità che i brand possono perseguire in termini di engagement,  intervistando un campione di oltre 2.100 accaniti appassionati di sport, ha rilevato che:Fan Sport Engagement Social Media Infografica

 

  • Il primo canale social utilizzato per seguire e discutere di sport è Facebook (73%), seguito da YouTube (54%), Twitter (37%), Google+ (33%), Instagram (18%)
  • Il 70% dei fan che seguono un brand sui social media sono disposti a compiere azioni aggiuntive, tra le quali: parlare del brand con i propri amici e familiari (39%), condividere contenuti del brand (33%), sino all’acquisto del prodotto (32%).
  • Relativamente alle motivazioni che spingono un fan sportivo a seguire un brand sui social media, in cima alla lista troviamo la possibilità di ricevere un coupon o uno sconto (61%), seguito da il supporto al team preferito da parte del brand (57%), l’offerta di concorsi online nei quali è possibile vincere un qualche premio relativo allo sport (53%), il supporto ad una causa benefica seguita dal team (46%)
  • Per quanto riguarda il livello di engagement, la massima interazione tra fan sui social media avviene il giorno della gara. Tuttavia percentuali interessanti di interazione si registrano anche prima e dopo l’evento sportivo.

Infondo c’era d’aspettarselo se appena un anno fa le Olimpiadi di Londra sono state ribattezzate “le Social Olimpiadi”.

Frutto di questa nuova tendenza è la Social TV, che abbina alla visione in diretta, in questo caso di un avvenimento sportivo, l’azione sul second screen.

Brand, Reti televisive e Società sportive dovrebbero collaborare più intensamente per sfruttare al meglio le nuove ed entusiasmanti possibilità che le nuove tecnologie sono in grado di regalarci oggi. Mettere in campo una Social Media Strategy ben studiata sulla base dei gusti e tendenze del target di rifermento supporterebbe i brand nel conseguimento dei propri obiettivi di marketing.