Back to Top
  • servizi.jpg
    https://www.iccdigitalmedia.com/images/ju_cached_images/servizi_31b48338703f4bc44d19b49de11a6a5d_90x50.resized.jpg
Strict Standards: Declaration of JParameter::loadSetupFile() should be compatible with JRegistry::loadSetupFile() in /var/www/vhosts/iccdigitalmedia.com/httpdocs/libraries/joomla/html/parameter.php on line 512
Mercoledì, 12 Settembre 2012 12:25

Social TV: un fenomeno di massa

La Social TV ha ormai  modificato le nostre abitudini.

Siamo entrati in una nuova era dell’intrattenimento. Queste nuove tecnologie e servizi non solo migliorano l’esperienza televisiva delle persone, ma anche cambiano i modi fondamentali in cui si avvicina all’intrattenimento. Le aspettative dei consumatori TV cambiano ed in risposta nascono nuove opportunità.” Con queste parole la Ericsson ComsumerLab introduce il suo studio annuale dal titolo “TV and Video.  An analysis of evolving consumer habits”, pubblicato nel mese di agosto di quest’anno.

Le Olimpiadi Londra 2012 ci hanno già dato un assaggio dei grandi numeri che girano intorno a questa nuova forma di comunicazione, tanto da meritare l’appellativo di “Social Media Olympics”: oltre 82 milioni di tweet e post pubblicati su Facebook per la durata dell’intero avvenimento; 5 milioni di commenti solo durante la cerimonia d’apertura.

E se spostiamo l’asse sugli inserzionisti pubblicitari le cifre non cambiano: la campagna televisiva di VISA ha registrato un +1.220% in conversazioni sui social media, +819% per la birra Budweiser, + 538% per il brand Nike.

La ricerca condotta da Ericsson attraverso 12.000 interviste online (1.000 per paese) tra USA, Cina, Spagna, Svezia, Brasile. Taiwan,Corea del Sud, Germania, Messico, Cile ed Italia ha rilevato 5 punti fondamentali:

  1.La Social TV sta esplodendo: il 62% per cento dei consumatori utilizza i social media mentre guarda la TV, + 18% rispetto il 2011. 2.I dispositivi mobili sono un parte importante dell’esperienza televisiva: il 67% utilizza tablet, smartphone o computer portatili quotidianamente per guardare i programmi TV, video e  consentire una esperienza multimediale attraverso i  social mentre guarda la TV. 3.I consumatori non stanno recedendo su larga scala il loro tradizionale abbonamento TV – in realtà lo ha fatto solo il 7% di loro. 4.La qualità HD rimane fondamentale: 41% dei consumatori sono disposti a pagare per la qualità HD. 5.TV sempre e ovunque: la TV resta un servizio di massa, il 60% di consumatori guarda il video on-demand settimanalmente.

Ma quali sono le motivazioni che spingono gli utenti a usufruire del così detto “second screen”?

Ericsson le ha sintetizzate per noi:

•Non guardare da solo un programma, ovvero condividere l’esperienza

•Sentirsi parte di una comunità attraverso l’interazione con gli altri

•Affermarsi nella comunità rivendicando la propria opinione

•Curiosità verso le opinioni degli altri

•Cercare informazioni aggiuntive

•Volere influenzare o interagire con i contenuti

•Gratificazione nell’essere riconosciuto dagli altri

•Necessità di analizzare e discutere su un argomento

Interessante infine notare che, per quanto riguarda l’aspetto demografico dei consumatori di Social TV, Ericsson da rilevato che il 69% delle donne utilizza i social forum mentre guarda un programma in TV rispetto al 62% degli uomini, che tuttavia sono più propensi a discutere in diretta di ciò che stanno guardando in particolar modo se si tratta di eventi sportivi.