• servizi.jpg
    http://www.iccdigitalmedia.com/images/roll-second/servizi/servizi.jpg
Sabato, 24 Novembre 2012 12:19

Content Marketing per la strategia web

Creare contenuti di qualità è divenuta una priorità dei brandper creare engagement con clienti e prospect e per diversificarsi nel caotico mondo del web. Questo quanto è emerso dalla nuova ricerca di eMarketer “Best Practices for Content Marketing: Engaging Consumers Across Multiple Digital Channels.”

Tra le aziende, per diffondere al meglio i propri contenuti online, è sempre più diffusa la pratica della multicanalità: video, fotografie, infografiche ed articoli risultano essere gli strumenti più efficaci. In particolar modo l’utilizzo dei video, per la sua velocità nel stimolare la parte emozionale dell’utente, risulta essere il veicolo migliore per la diffusione dei contenuti. La società americana Outbrand ha rivelato attraverso un sondaggio che quasi l’87% dei marchi americani ha utilizzato i video all’interno della propria strategia di content marketing.

Il content marketing, tuttavia, non è un’attività semplice per le aziende abituate a diffondere messaggi promozionali autocelebrativi. Infatti, meno autopromozione è presente nei contenuti più gli utenti sono predisposti ad usufruirne, commentarli e condividerli.

Ancora più difficile è misurare l’attività sui contenuti.

Diverse le metriche utilizzate. Quasi l’89% dei marchi americani intervistati da Outbrand ha citato il social media engagement ed i rinvii come metrica per misurare di sforzi online del contet marketing. Altri invece il content engagement è quantificato unicamente sulla base degli utenti che lo consumano.

Ma come si fa a creare il “contenuto perfetto”?

Tanti possono essere i suggerimenti e noi qui ve ne indicheremo alcuni per il settore B2B, ma in generale ciò che bisogna fare prima di pubblicare qualcosa è mettersi nei panni dei propri clienti e chiedersi: Darei il mio like? Condividerei quest’argomento? Lasceri un mio commento? Pinnerei questa immagine?Se la risposta è si, allora abbiamo una buona possibilità che ciò accada.

Ecco 5 suggerimenti da tener presente prima di intraprendere una strategia di content marketing in ambito B2B:

  •Scopri cosa motiva il tuo audience. Sapere il fatturato, la dimensione e le ultime acquisizioni dei tuoi clienti o prospectè fondamentale, ma ricorda che l’azienda è fatta di persone. Interrogati quindi su quali potrebbero essere i loro bisogni, cosa li renderebbe speciali agli occhi dei loro colleghi, come potrebbero ottenere una promozione, su cosa renderebbe il loro lavoro gratificante o frustrante.  Con la comprensione di queste esigenze di base sarà possibile catturare la loro attenzione con contenuti che li colpiscono più profondamente.

•Pensa in termini di utilità. Video divertenti e slogan orecchiabili sono grandi, ma l’esigenza primaria per un pubblico b2b è utilità. Se il contenuto non fornisce informazioni utili allora non meritano l’attenzione di clienti. Quando entri in contatto diretto coi tuoi clienti, chiedi loro quali contenuti e quali canali (per esempio: blog, podcast o video,) sono per loro più utili. Ricorda che l’obiettivo di un programma di content marketing è di potenziare l’immagine del brand tanto quanto è quello di vendere.

•Realizza contenuti adeguati per ogni fase della vendita. Create una griglia che mostri le fasi chiave del funnel di vendita (ad esempio, la consapevolezza del cliente, la ricerca, la considerazione, l’acquisto), e abbinate il contenuto per ogni categoria. Spesso si possono adattare i contenuti alle diverse fasi funnel scegliendo una diversa angolazione.

•Crea un calendario editoriale. Prepara un piano editoriale dei principali argomenti da coprire durante l’anno e dei canali da utilizzare per ciascuno. Inizia posizionando i grandi eventi, come fiere, feste ed eventi per i clienti. Mappa il contenuto per traguardi importanti, come ad esempio il processo di budgeting annuale. Prendi in considerazione le festività della tua area geografica d’azione, non è il caso di far ricadere una grande promozione a livello europeo nel mese di agosto. Assicurarti che ogni argomento principale abbia un posto sul calendario e prevedi  un buon mix di canali per la diffusione quali blog, webcast e newsletter via email. Se avete bisogno di ripetere un argomento, utilizzare un canale diverso da quello già utilizzato.

•Organizza una strategia di parole chiave e comunicala. Ricerca le parole chiave che i clienti utilizzano per trovare il tuo contenuto. Organizzale in un elenco gestibile e comunicale a tutti i tuoi collaboratori. Fornisci indicazioni sulla frequenza ottimale e il collocamento, nonché eventuali istruzioni speciali relative alla lingua o nelle fasi della funnel vendita.